60X60 2008: call for sounds

60x60 logo

Sessanta brani della durata massima – rigorosamente – di 60 secondi. Il tutto presentato senza soluzione di continuità , per un’ora di arte dei suoni fissati.

Scade il 31 marzo prossimo la call la nuova edizione di 60X60, concerto/evento promosso e realizzato dalla newyorkese Vox Novus.

Vox Novus è un collettivo che raduna più di 100 compositori e poi esecutori, curatori, organizzatori e critici nel campo della musica contemporanea. Convinti sostenitori della ricerca sul suono, la loro missione è proprio quella di diffonderla attraverso iniziative e concerti, rendendola più vicina al grande pubblico.

60×60 si tiene ogni anno. L’esordio è New York City, poi il flusso sonoro prosegue il suo viaggio verso un centinaio di destinazioni sparse per il mondo. Durante l’esecuzione un orologio analogico (e gli organizzatori sottolineano analogico) scandisce i secondi. Lo 0′ marca la fine di una brano e l’inizio del precedente. L’esperimento è interessante. Ed è una sorta di sfida per il compositore il creare una pillola compiuta stando nel limite dei sessanta secondi.

Due avvertenze: il brano può essere anche inferiore al minuto, in quel caso verrà  inserito del silenzio prima o dopo; non ci sono limiti di materiale o forma o genere, tuttavia qui si tratta di musica su supporto, che nasce per supporto. Non saranno accettate (o quantomeno sono scoraggiate) registrazioni di brani live, di performance, o presentazione di partiture.

Sara Lenzi

I have a background in philosophy and classical Western music. I play the piano and the used to play the saxophone and now learning Indian classical singing. I live in Singapore where I am the director of the sound branding firm Lorelei, which I founded. I am also part-time lecturer at Lasalle College of the Arts, a worldwide traveler and a food enthusiast.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

This Post Has 5 Comments

  1. Toddy says:

    Non ho capito, suonano o mandano il disco?

  2. Sara Lenzi says:

    Toddy, la call è per opere eletroacustiche o meglio su supporto, quindi non da eseguire dal vivo. Da tutti i brani selezionati si otterrà  un’unica opera elettroacustica di 60 minuti. Come poi ques’opera verrà  diffusa – con che tipo di impianto, su quanti canali, da che fonte (CD, computer) non è specificato. Dal 2003 (prima edizione) la diffusione è avvenuta anche con l’aggiunta di videoinstallazioni, coreografie, performance che NON riguardano però il suono, rigorosamente creato per e diffuso da supporto elettronico.

  3. Vincenzo says:

    ci potreste inviare il bando di concorso per 60×60 sounddesign

    recapiti ai quali inviare :

    p_mainolfi@virgilio.it
    napolitanovincenzo@alice.it

  4. ciao Vincenzo, come avrete potuto constatare da soli, il dominio del sito di VoxNovus è scaduto. La cosa è molto strana. Non sono riuscito a trovare altri riferimenti per ora. Attendiamo qualche giorno, dovrebbe riapparire.

  5. Sara Lenzi says:

    Ragazzi, il sito è tornato normalmente funzionante. trovare il bando con tutte le istruzioni seguendo il link “call” nel post.

Leave A Reply