The Leonor Hirsch Award

Leonor Hirsch Award

Questa volta diamo l’annuncio di un concorso con più preavviso del solito. Scade infatti il 1° di luglio il termine per partecipare al Leonor Hirsch Award – Composition competition for mixed-media works of electroacousitc music and video.

Si tratta però di un concorso impegnativo, il cui vincitore riceverà  un premio di 10000,00 (avete letto bene) dollari. Non capita spesso nel campo al quale noi apparteniamo, lo sapete meglio di me. E dunque ve lo dico subito, così vi possiate mettere al lavoro per tempo…

Leonor Hirsch fu signora argentina dalla passione per la musica contemporanea e per la sperimentazione. Nel 1947 a Buones Aires fondò l’Asociatiòn Amigos de la Mùsica, che a dispetto del nome in breve tempo divenne organizzazione imponente, dotata di una sua propria orchestra e in grado di commissionare ogni anno un’opera prima ad un giovane sperimentatore musicale argentino (nel 1953 fu la volta di Piazzola).

Oggi i figli di Leonor hanno intitolato alla sua memoria il concorso di cui sopra, aperto a musicista viventi di qualsiasi età  e qualsiasi Paese.

Il punto di partenza è questo: lo sviluppo tecnologico degli ultimi 20 anni ha fatto sì che i musicisti di qualunque genere e strumento prendessero confidenza con tecnologie in altri tempi riservate a tecnici ed ingegneri. Avvezzi alla strumentazione elettronica a partire dallo sviluppo della musica elettroacustica, anche i compositori si sono nel tempo spostati verso un tipo di creazione a “media misto”, che riguarda il suono sì, ma non solo. Si interseca con l’immagine, quindi con il video, con l’elaborazione dal vivo, quindi con sensori e interazione naturale…insomma è un campo sempre più aperto, dove nascono e si inseriscono figure nuove e multidisciplinari – i sound designer, per esempio.

A loro (a voi) si rivolge il concorso. L’opera presentate deve necessariamente essere per video ed elettronica. Può essere per live electronics (in questo caso obbligatorio l’uso di Max/MSP e PD), per suoni su supporto (l’impianto a disposizione è per un massimo di 8 canali), per interazione con strumenti tradizionali…ma sempre in relazione con elementi visivi e in particolare con la proiezione digitale di un video.

I terms & conditions per la partecipazione sono molto dettagliati, vi rimando quindi alla pagina web dove troverete tutte le informazioni – entry form compreso.

Il premio ̬ amministrato dalla Fondazione Bunge y Born. Potete rivolgervi a loro Рinfo@fundacionbyb.org Рper ulteriori informazioni.

Facebook Comments

Sara Lenzi

Director of Marketing at Sonoport
Sara Lenzi is Director of Marketing at Sonoport. With more than a decade of experience in sound design and audio branding consultancy, she writes about all the multifaceted aspects of sound in communication. She is an international lecturer and founder of Lorelei Sound Strategies, the first sound branding boutique studio in Asia. Sara has a Master Degree in Philosophy from the University of Bologna and she is starting her PhD at the University of Bilbao, Spain. She lives in Singapore, where she spends her free time in tireless exploration of local food stalls and vintage shops, sipping cocktails in the tropical humidity and diving with giant turtles in the South China Sea.